http://www.francesconiccolini.eu
mercoledý 19 dicembre 2018
francesco niccolini
E nonostante tutti gli sforzi creativi,
il passato potÚ essere tenuto a bada solo in maniera imperfetta.
[Rohinton Mistry, A Fine Balance]


Home
curriculum
spettacoli
cinema e tv
teatro ragazzi
libri e dvd
testi e articoli
seminari e laboratori
links
compagni di viaggio
contatti
archivio vecchi lavori
premi
foto
EuroplÓ
tournÚe e appuntamenti
dicono di lui


Ciro Masella, Simone Martini e un Kafka da incubo...

Image
adattamento e drammaturgia
Francesco Niccolini
regia Ciro Masella
con
Gabriele Giaffreda, Eugenio Nocciolini, Simone Martini, Ciro Masella, Elena Miranda, Giacomo Rosa, Tazio Torrini
scena Eva Sgro' luci Marco Santambrogio

una produzione KanterStrasse Teatro
in coproduzione con
Uthopia/tra Cielo e Terra > Comune di San Giovanni Valdarno > Centro Culturale Le Fornaci > Ginestra fabbrica della conoscenza
 
Image

«Ogni uomo porta in se stesso una camera»
                                                      Franz Kafka
 
Questo non è un processo regolamentare.
Qui la giustizia, quella classica, non esiste più, o almeno non ha più valore.
Ognuno si fa la giustizia che vuole, e – se sei più forte – ti fai più giustizia: la tua.
E tutti gli altri, il quartiere, il paese, la città, lo stato subiscono la legge del più forte.

La subiscono? Forse la invocano, e la godono. Basta abituarsi.

Qui è saltato tutto.
Dimentichiamoci costituzione, valori, etica.

Una nuova tribù comanda, con i suoi totem e i suoi nuovi saggi.

E se tu sei finito fuori dalla grazie del signore, peggio per te.

Puoi essere punito in qualunque istante, anche se – magari – fino a un'ora prima eri amato e rispettato.

Tutto arbitrario. Tutto imperscrutabile.

Tutto privo di logica.

O forse è la logica che è cambiata, e ancora non riusciamo, tutti, ad abituarci. Ma è solo questione di tempo.

Basta eliminare le menti ritardate che non capiscono l'evolvere dei tempi e dei costumi.

Nulla di serio. Tutto grottesco. Da ridere.

Francesco Niccolini

Il Processo forse è un sogno. Il sogno di un uomo ridicolo. E quindi un sogno da ridere. O in cui qualcuno ci deride. Ride di noi, a crepapelle. E ci accusa. Ci calunnia. Ci perseguita. E alla fine…
E’ uno di quei sogni più veri della realtà. Quelli da cui ci si sveglia sudati. Col cuore che batte in gola. O dai quali ci si sveglia col dubbio d’aver davvero sognato.

Il Processo forse è la sensazione strisciante d’essere colpevoli, il terrore d’avere comunque una 'macchia', qualunque, nascosta, segreta: la paura di non essere innocenti. Il Tribunale allora è senza pietà, perché è inconoscibile, si nasconde in un luogo sotterraneo, tra la coscienza e l’inconscio. Oppure anche questo fa parte del sogno?

Ciro Masella
 
debutto
17 dicembre 2011 San Giovanni Valdarno (Arezzo) - Teatro Bucci

20 dicembre 2011 - Passaggio di Bettona (Perugia), Teatro Excelsior
18 febbraio 2012 - Porto Ferraio (Livorno), Teatro dei Vigilanti
24 febbraio 2012 - Cecina (Livorno), Teatro De Filippo
4 marzo 2012 - Campi Bisenzio (Firenze), Teatro Dante
10 marzo 2012 - Barga (Lucca), Teatro dei Differenti
30 marzo 2012 - Chiusi (Siena), Teatro Mascagni
 
per scaricare la foto in HD clicca qui (foto di Mario Lanini)

 

Info e distribuzione
Francesca Vetrano Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo tel. 340 0552780
 
go to top Go To Top go to top