http://www.francesconiccolini.eu
mercoledý 19 dicembre 2018
francesco niccolini
E nonostante tutti gli sforzi creativi,
il passato potÚ essere tenuto a bada solo in maniera imperfetta.
[Rohinton Mistry, A Fine Balance]


Home
curriculum
spettacoli
cinema e tv
teatro ragazzi
libri e dvd
testi e articoli
seminari e laboratori
links
compagni di viaggio
contatti
archivio vecchi lavori
premi
foto
EuroplÓ
tournÚe e appuntamenti
dicono di lui


RACCONTI CIVILI D'AMORE E DI GUERRA
di Francesco Niccolini
presentazione di Marco Paolini
Pietro Manni editore
Image Storie di uomini e di città. Uomini che quelle storie hanno vissuto, provocato o subito. Città che di quelle storie sono state trama e sfondo, spesso silenzioso, sofferente, per poi diventare fantasmi di se stesse, dismesse, stravolte: Bagnoli, Porto Marghera, Babilonia, Firenze, Foggia…
Scrive Marco Paolini: “Dietro a ogni storia c’è un pezzo di viaggio o una fermata anche brusca, di quelle che la vita impone, un cambio di programma non voluto.”

Anno 2005, 160 pagine
€ 13,00 - ISBN: 88-8176-632-9


RASSEGNA STAMPA

03/06/2005   Internazionale

Se esiste ancora una memoria collettiva

Se esiste ancora una memoria collettiva lo si deve in questi ultimi anni anche al teatro, che si è fatto carico di rielaborare e tramandare episodi della nostra storia recente. Le stragi di stato, le morti bianche dell’Enichem di Porto Marghera, la dismissione dell’Ilva-Italsider di Bagnoli, l’assassinio di Franco Marcone, dimenticata vittima di mafia, riaffiorano in questi testi. Sono racconti scritti per la scena, e si sente. Tutto serve per mantenere viva l’attenzione: il rapido susseguirsi di immagini, i cambi di tono, l’affastellarsi di sensazioni. Sono racconti che si leggono d’un fiato e che rimangono impressi per la loro bellezza.

10/06/2005   Avvenimenti

Passione civile

Bagnoli, Porto Marghera, Babilonia, Foggia sono le belle storie resistenti di Francesco Niccolini, drammaturgo di razza spesso al fianco di Marco Paolini e da qualche tempo sempre più impegnato in un interessante percorso personale di scrittura creativa.


30/08/2005   Stilos

Racconti in controluce e sottovoce

È un libro dove ci sono storie che bruciano dentro e altre che fanno respirare: sono i racconti civili di Francesco Niccolini, uno che legge e scrive molto, ma, come dice lui stesso, non riesce a prendersi per uno scrittore, almeno in senso tradizionale, perché quel che scrive serve per essere tradotto in teatro, in danza, in musica. E pezzi di teatro, drammatico teatro, recitati sottovoce, sono questi suoi racconti d’amore e di ricordi, dai quali si innalza il canto sacro e civile per i caduti di tutte le guerre: i campi di battaglia dell’Italia, un paese che non ha smesso di essere in guerra.


 

 

 

 
go to top Go To Top go to top