http://www.francesconiccolini.eu
giovedý 23 maggio 2019
francesco niccolini
E nonostante tutti gli sforzi creativi,
il passato potÚ essere tenuto a bada solo in maniera imperfetta.
[Rohinton Mistry, A Fine Balance]


Home
curriculum
spettacoli
cinema e tv
teatro ragazzi
libri e dvd
testi e articoli
seminari e laboratori
links
compagni di viaggio
contatti
archivio vecchi lavori
premi
foto
EuroplÓ
tournÚe e appuntamenti
dicono di lui


In memoria di Aaron Swartz

Sara Galli | Alcantara teatro

Il piccolo Aron e il signore del Bosco

di Francesco Niccolini
con Sara Galli
regia Damiano Scarpa


Image 

assistenza alla regia
Anna Rita Pizzioli

disegno luci
Luca Telleschi
elaborazioni sonore
Marco Mantovani
oggetti di scena
Damiano Scarpa

 

 

Aron ha cinque anni, ride tanto, gli piace dormire e ancora di più fare l'esploratore. E’ capace di sogni bellissimi, gioca con gli animali e gli animali gli parlano. E non solo gli animali!, anche il bosco: grazie a queste sue doti quasi magiche, e all'immensa generosità verso il mondo che lo circonda, il suo viaggio misterioso lo porterà a trovare le soluzioni giuste ai mali del suo villaggio e del bosco.
Non sarà mai solo, Aron, nelle sue avventure: una capra, un coniglio, una papera miope e un ranocchio molto educato gli staranno sempre accanto, col freddo e con il caldo, di giorno e di notte.
E quando non potranno seguirlo nella parte più ardua delle sue avventure, lo aspetteranno, visiteranno i suoi sogni e saranno pronti ad accoglierlo festosamente. Perché questo spettacolo ha il sapore di una festa collettiva e di una promessa, una promessa impegnativa, che non sarà facile rispettare: prevede azioni difficili e dolorose, difficili da comprendere e accettare, che solo gli occhi trasparenti di un bambino possono affrontare.
Per Aron, quella fatta al signore del Bosco, è una promessa molto importante davvero, e sarà solo grazie a questo patto, che gli uomini riceveranno una seconda, preziosissima possibilità di salvarsi e di essere migliori in futuro. E’ lui, infatti, che riuscirà a portare al suo villaggio il segreto per vivere a lungo, in armonia con la natura, e anche la salvezza: “Perché lui era un bambino, e solo i bambini sono in grado di salvare il mondo”.


Il piccolo Aron e il signore del Bosco è stato scritto da Francesco Niccolini per Alcantara Teatro. E’ una sorta di “approfondimento teatrale”, del racconto a cui è ispirato, che si trova all’interno del nuovo romanzo di Francesco Niccolini: “Il lupo e la farfalla” (ed. Mondadori, 2019)

«Quando iniziai a pensare questo spettacolo, volevo lavorare sul Pifferaio di Hamlin, che è una fiaba nera che mi piace moltissimo, per quanto mi inquieta e mi lascia malinconico. Dopo mesi di riflessioni, ricerche esperimenti e false partenze, mi trovo invece ad aver scritto una fiaba completamente nuova, dove al posto di un pifferaio vendicativo c'è un piccolo eroe di cinque anni, che – invece di punire genitori disonesti portando via tutti i bambini dal villaggio – libererà gli
adulti e li porterà in salvo a tempo di musica. Perché il mondo, e i grandi, o li salvano i bambini o non li salva più nessuno.» Francesco Niccolini

 
go to top Go To Top go to top