http://www.francesconiccolini.eu
mercoledý 19 dicembre 2018
francesco niccolini
E nonostante tutti gli sforzi creativi,
il passato potÚ essere tenuto a bada solo in maniera imperfetta.
[Rohinton Mistry, A Fine Balance]


Home
curriculum
spettacoli
cinema e tv
teatro ragazzi
libri e dvd
testi e articoli
seminari e laboratori
links
compagni di viaggio
contatti
archivio vecchi lavori
premi
foto
EuroplÓ
tournÚe e appuntamenti
dicono di lui


DUE CAVALLI PASSEPARTOUT
di Francesco Niccolini
con Alessandro Benvenuti, Quartetto Euphoria, Banda Improvvisa
musiche composte e dirette da Orio Odori

regia Alessandro Benvenuti e Francesco Niccolini
responsabile di produzione Maurizio Marini
una produzione Citroen Italia


ImageDue anni fa, per raccontare la Dea, Citroën DS, abbiamo raccontato il Novecento – “rapido e veloce” –  con i suoi sogni industriali e bellici, con l’invenzione della pubblicità e della catena di montaggio, con le conquiste di uomini illuminati e temerari.Ora, per raccontare 2 CV, vorrei raccontare il mondo. Anzi: un giro del mondo in 2 CV. Centomila chilometri, e un anno esatto di navigazione attraverso quattro continenti. È la storia magica e straordinaria di due giovani uomini che nel 1959 decidono il folle volo, quasi come – un secolo dopo – un novello Phileas Fogg in compagnia di un rinato Passepartout decidessero una nuova scommessa e un nuovo giro del mondo, non meno audace. D’altra parte, non era proprio Jules Verne l’autore preferito del giovane André Citroën che iniziava a mettere a profitto i propri sogni adolescenziali, trasformando la fantascienza in realtà?

E, per il loro giro del mondo i nostri eroi scelgono la sola automobile in grado di sopportare tanta follia, chilometri e  difficoltà: una 2CV, che nel corso degli eventi si rivelerà importante come il più fedele degli aiutanti magici, non meno decisiva di Bucefalo per trarre il Barone di Münchausen fuori dalle sabbie mobili delle sue avventure. Armati di molto entusiasmo, pochissimi soldi e di un manuale in grado di svelare loro tutti i segreti della loro vettura, i due novelli don Chisciotte - nonno e nipote - partono. E raccontano. Raccontano il mondo, le loro disavventure e la storia di quell’automobile meravigliosa e ineguagliabile.

Un affascinante gioco di specchi: da una parte due uomini in fuga che raccontano il mondo e la loro auto, dall’altra una vettura che – fedele protagonista di un viaggio senza fine – potrà raccontare i colori, le terre, i profumi e i profili di un pianeta che per molti versi ci sembrerà irriconoscibile e bellissimo, folle e contraddittorio, ma bellissimo, rispetto alla demoralizzante situazione contemporanea.

ImageIn scena la genialità musicale di Banda Improvvisa e del Quartetto Euphoria, diretti dal grande Maestro Orio Odori (che potrà attingere alle infinite tradizioni e modalità musicali delle tappe del viaggio) e la scoppietttante narrazione di Ales-sandro Benvenuti. E poi lei, una 2 CV un po’ speciale: la vera protagonista e padrona della scena, con il suo profilo familiare, rassicurante e allegro, più umano degli umani, e sempre in grado di riportare lo spettatore al tempo della felicità, quello della propria giovinezza. fn

 

 

per informazioni: www.riasc.it  

 
go to top Go To Top go to top